Open menu

Storytelling

Rendi memorabile il tuo brand

C’era una volta lo storytelling

Le storie sono uno strumento di persuasione potentissimo, capace di influenzare l’opinione e quindi il comportamento delle persone. Una lunga serie di studi ed esperimenti scientifici ha dimostrato che le storie sono in grado di cambiare il modo in cui ci relazioniamo con noi stessi, con gli altri e con ciò che ci circonda.

Ecco perché oggi non c’è discussione che graviti nel campo del marketing e della comunicazione in cui prima o poi non si parli anche di storytelling, che è proprio l’arte di raccontare le storie.

Quote Icon
Chi è in grado di padroneggiare lo storytelling si trova in una posizione di potere.

Perché si raccontano le storie?

Nell’isola del Sulawesi, in Indonesia, c’è un’incisione rupestre di almeno 44.000 anni. Raffigura un gruppo di creature, dalle sembianze per metà umane e per metà animali, mentre cacciano quelli che sembrerebbero dei grandi mammiferi. Si tratta del più antico tentativo di narrazione mai documentato.

Il racconto è antichissimo, nasce insieme al pensiero e si evolve con esso. Ma per quale motivo gli esseri umani, fin dall’inizio della loro storia, hanno sentito l’urgenza di raccontare?

La risposta più affascinante a questa domanda (perché raccontiamo le storie?) me l’ha data Livio Milanesio, docente allo IED: raccontiamo storie per mettere ordine nel caos, per dare un senso alle cose. Per non perderci. Non a caso le storie più antiche sono proprio i miti, le vicende di divinità ed esseri soprannaturali che nel loro agire hanno dato origine a tutte le cose.

L’atto del narrare si è inscritto nel nostro DNA attraverso millenni di evoluzione.

Quote Icon
Ecco il perché della sua irresistibilità.

Cos’è lo storytelling?

Storytelling è un nome nuovo per un concetto antico.

La parola inglese storytelling è composta da story (cioè storia, racconto) e dal verbo tell (cioè dire, narrare) e nel suo significato letterale significa proprio raccontare una storia.

Storytelling (story-telling), s. m. inv. Affabulazione, arte di scrivere o raccontare storie catturando l’attenzione e l’interesse del pubblico

Quote Icon
Per chi si occupa di marketing e comunicazione, lo storytelling è uno strumento molto efficace per comunicare e interagire con il proprio pubblico. E perfino influenzarne il comportamento.

Storytelling e persuasione

Lo storytelling si è rivelato efficace nella lotta per cambiare le opinioni delle persone su argomenti controversi come il matrimonio tra persone dello stesso sesso o l’immigrazione, ad esempio, e produrre un reale cambiamento politico e sociale.

Immagina il contributo che potrebbe dare nel raggiungimento di obiettivi più semplici, come la promozione di un prodotto, un servizio o un brand.

Se ti sei trovato almeno una volta nella condizione di lasciarti trasportare da un romanzo (da un film, da un fumetto…) al punto da provare emozioni come rabbia, apprensione, gioia, sollievo, commozione, hai già provato sulla pelle la potenza del racconto.

In questo video, una splendida lezione di storytelling da IKEA.

Neurologia di una storia​

Com’è possibile che fatti irreali influenzino la nostra personalissima e concretissima realtà?

Uno dei fattori che intervengono nel processo di immedesimazione che viviamo quando ci immergiamo in un racconto è probabilmente l’azione dei neuroni a specchio.

Si tratta di un tipo particolare di neuroni che si attiva quando compiamo un’azione, ma anche quando vediamo qualcun altro che la compie. Da alcuni test però risulta che queste cellule cerebrali si attivano anche quando leggiamo di qualcuno che compie l’azione.

Ci sono certamente altri motivi ancora sconosciuti, quello che conta è che gli effetti sono reali e dimostrati.

Narrare per farsi ricordare

A questo punto avrai di certo intuito cosa possa significare lo storytelling per un brand: oggi la parola d’ordine è engagement, e quale modo migliore per trasformare un lettore in un cliente, che raccontare una storia che lo coinvolga?

Raccontare infatti aumenta il coinvolgimento del pubblico nei confronti del brand e quindi la propensione all’acquisto.

Oltre lo storytelling / Lo storytelling è solo l’inizio